Freelance a tempo pieno, madre o padre, moglie o marito…

Ma tu!? Dove sei finito? Tra lavori da consegnare, gestione dei clienti, delle email, dei documenti e vogliamo metterci pure il tuo sito,i canali social e la lista sarebbe ancora molto lunga. 

E tu intanto non esisti più… il tuo tempo non esiste più… 

 ASPETTA, ASPETTA! Stai calmo e respira profondamente. 

Io ho una soluzione per te: DELEGARE. Non esiste una bacchetta magica per imparare a farlo ma per iniziare, devi lavorare prima di tutto sulla tua mente.

CAMBIA LA TUA MENTE 

So che per molti freelance, “delegare” può sembrare una parolaccia. E invece no! La verità è che tu hai solo paura. Paura che la persona a cui deleghi non sia brava e attenta come te. Paura che commetta errori. O che sia negligente. 

E forse sei pure un po’ maniaca del controllo… Diciamocela tutta, tra noi. Magari hai anche paura di vincolarti o di spendere troppi soldi. Pensare poi di collaborare con un’assistente da remoto…figurati!

Ti sbagli su tutti i fronti. Ed io sono qui per aiutarti a cambiare idea e a vedere le cose da un’altra prospettiva.

I TRE SPUNTI PER IMPARARE A DELEGARE

La parola delegare significa affidare un incarico. Affidare vuol dire dare in custodia, consegnare all’altrui capacità, cura o discrezione. So che stai pensando “Ma sono finita sul sito della Treccani? Ma non era SilvirtualOffice?'” Sì, ci sei. 

E questo secondo verbo, mi serve per spiegarti che la prima delle tre riflessioni che devi fare per imparare a delegare:

1. PENSARE CHE PUOI FIDARTI DELLA PERSONA A CUI VUOI DELEGARE

La fiducia è un sentimento che proviamo verso qualcuno quando sentiamo di poterci contare. Attenzione, ho detto SENTIAMO. Quando scegli un dipendente o un collaboratore sia on line che off line, oltre al curriculum, è ciò che ti arriva dall’essenza di quella persona che tra tante ti spinge a sceglierla. E’ anche istinto. Tra persone ci sentiamo, appunto. E in genere non si sbaglia.

E non dirmi che on line non lo puoi fare perché se la persona ha una presenza su internet, scrive molti dettagli su sé stessa, sul suo sito, nel blog, sui social. Capirai molto di più sul tuo candidato che lavora da remoto, di quanto potrai mai scoprire in un colloquio tradizionale di 15/30 minuti. Il colloquio poi lo puoi fare comunque ma via skype, ed è praticamente la stessa cosa.

Oltretutto devi sapere che chi lavora sul web, ci tiene ancora di più alla sua reputazione per cui non mentirebbe mai allo scopo di gonfiare esperienze anche perché verrebbero presto smascherate. Altro motivo in più per avere fiducia.

ILa tua fiducia deve nascere dal pensiero che ciò che deleghi, che per te rappresenta la tua attività secondaria, è a sua volta l’attività principale dell’assistente e quindi la svolgerà con molta passione e attenzione proprio come fai tu con la tua. Devi capire che il rapporto sarà quindi Win Win. Vinci tu, vinco io. 

Per questo, devi fidarti e lasciarti aiutare. Siete sulla stessa barca e remate insieme. Quindi togli l’ancora e salpa con l’assistente verso l’isola della delega.

La seconda riflessione invece, rappresenta proprio il fondamento su cui devi costruire questa nuova mentalità ovvero:

1. PENSARE ALL’AMORE PER IL TUO LAVORO, AL TUO TEMPO E ALLA TUA VITA

Stammi bene a sentire… Che ti piaccia o no hai una vita sola- almeno qui…

E tu, vuoi sprecare del tempo della tua preziosa vita, a seguire delle attività che sono importanti e fanno parte del tuo lavoro, ma che non sono il tuo lavoro vero e proprio? Quello per cui hai studiato, hai investito, hai lottato…

Sicuro? Sicuro,che sia la strada giusta? A meno che tu non crei siti o gestisca social media o tu sia una segretaria… Perché dovresti occuparti di gestire solleciti,documenti, la tua email,gestire il sito e i social e tanto altro?

Oltre al fatto di concentrarti solo sul tuo lavoro, se deleghi puoi passare quel tempo a riprendere in mano la tua vita, a godertela, felice di sapere che quegli aspetti verranno portati avanti e tu, intanto,potrai finalmente passare più tempo con la tua famiglia, tornare in palestra, a fare yoga. Insomma a fare tutto ciò che ami. 

Non credo ci possano essere aspetti più importanti e di valore di questi. Sono temi talmente grandi che vanno al di là di tutto. Sono legati strettamente l’uno all’altro. Ecco delegando puoi riaverli tutti. Già sarebbe tantissimo, no? E invece c’è di più.

La terza riflessione che ti indurrò a fare riguarda il mio lato economista che comunque fa sempre un pò capolino e quindi ti dico che:

1. devi considerarlo un investimento e non una perdita di soldi

I soldi che investirai per assumere la collaboratrice ti renderanno indietro un valore che non ha prezzo (questo implica anche la riflessione numero 2).

Guarda lontano e pensa che delegando sarai-ripeto- più concentrato sul cuore della tua attività e così diventerai più produttivo, perciò si innescherà un meccanismo dove avrai clienti più soddisfatti che faranno passaparola portandoti altri clienti per cui i tuoi clienti aumenteranno e anche il tuo fatturato avendo un buon ritorno sulla cifra impiegata per assumere l’assistente. Se non è un investimento questo!

Oltretutto affidandoti in particolare a un’assistente virtuale non dovrai sostenere gli onerosi costi del personale dipendente e avrai tanta flessibilità. Se vuoi saperne di più visita questa pagina dove trovi elencati tutti i vantaggi della collaborazione oppure leggi questo post dove spiego tutto.

Adesso per iniziare a delegare, non devi far altro che riflettere bene su questi spunti che ti ho fornito, focalizzandoti sulla loro enorme importanza. Mi raccomando rifletti bene!

ORA NON HAI PIÙ SCUSE…CORRI A DELEGARE

Una volta fatte tue queste consapevolezze… Ti vedo…stai già correndo a scrivermi per delegare!

Se intanto, vuoi fare un primo passo in quella direzione, scrivimi un email e parlami degli aspetti del tuo business che vorresti affidare a un’assistente, di come potrei aiutarti e chiedimi un preventivo gratuito e senza impegno.

Qui nel mio sito alle pagine dei servizi trovi tutte le informazioni sui prezzi e i servizi che fornisco, se non trovi ciò che cerchi chiedimelo lo stesso. Farò di tutto per renderlo possibile.

Lascia un commento qui sotto, dimmi cosa ne pensi e quali sono le difficoltà che incontri quando pensi alla delega.